Viaggi

2 giorni ad Amsterdam..con mia mamma!

“Poi succede che arrivi ad Amsterdam, dopo aver resistito tutta una vita, ostinatamente, e ti trovi di fronte a un gioiello di città, una metropoli splendida, verde, attraversata da canali e praticamente priva di smog, con biciclette ovunque, gente solare”.  (Michele Monina)

State pianificando un weekend ad Amsterdam? Ecco a voi un itinerario di soli 2 giorni, nei quali scoprirete la città al meglio,esplorandola e ammirandola in tutti i suoi splendidi colori.

Questo gioiello europeo l’ho visitato insieme a mia mamma. Atterrate all’ aereoporto di Schiphol in tarda serata, abbiamo raggiunto il centro di Amsterdam in taxi, dove si trova un grazioso Bed&Breakfast che ci ha ospitate per 2 notti.

Amsterdam la sogni, la immagini, e quando ci arrivi non puoi che rimanere estremamente sorpreso dalla sua bellezza e particolarità. Questa città è sinonimo di libertà, di spensieratezza. La bicicletta insieme ai canali, alle case strette e ai tulipani sono i protagonisti che dominano la scena.

Il giorno seguente, dopo i numerosi consigli datici su cosa visitare, abbiamo deciso di intraprendere un itinerario a piedi, per assaporare al meglio la città.

SCRITTA I AMSTERDAM

Questa famosa scritta situata nella piazza Museumplein è diventata una parte caratterizzante di Amsterdam. La scritta composta da lettere alte quasi 3 metri è stata recentemente tolta perché considerata “rischiosa” per i turisti che la prendevano sempre d’assalto. Nonostante la rimozione della scritta, le lettere si potranno trovare sparse per la città.

RIJKSMUSEUM

Questo museo è una tappa obbligatoria per i turisti, i quali possono compiere un viaggio nella storia dell’arte olandese, asiatica e molto altro. L’ingresso comporta il pagamento di un biglietto di €20 dai 18 anni in su. Per i minorenni l’entrata è gratuita.

Troverete opere di famosi artisti quali Rembrandt,Johannes Vermeer ecc.

Di fronte al museo, sedetevi su una panchina immersa in un area verde arricchita di varie specie di fiori.

VAN GOGH MUSEUM

Uno dei motivi principali della mia visita ad Amsterdam è proprio lui, uno dei musei più belli del mondo. Personalmente sono stata molto colpita da questo museo studiato in tutti i particolari e curato in ogni dettaglio. Suddiviso per piani in base ai lavori dell’artista e in base ai periodi della sua vita, il museo fa rivivere molti episodi storici, mettendo a disposizione corrispondenze letterarie, materiali autentici da non perdere e alcune delle opere più famose di Van Gogh. Anche qui l’ingresso costa 20€ però, consiglio vivamente la visita, soprattutto se amanti dell’arte, perchè saprà arricchire la mente e lo spirito. Consiglio anche ai non particolarmente amanti dell’arte, i quali saranno colpiti dai lavori di Van Gogh.

A piedi potrete ammirare i numerosi canali e soprattutto le biciclette che invadono ogni giorno la città.

BLOEMENMARKT

Siamo poi arrivate al mercato galleggiante dei fiori. Infinite varietà di fiori, bulbi ed altro vi aspettano in queste bancarelle colme di piante di ogni tipo, che sapranno affascinarvi. Potrete acquistare dei bulbi o dei semi da piantare poi a casa.

PIAZZA DAM

Cuore pulsante di Amsterdam, questa piazza ospita molti negozi dove poter fare shopping, ma anche monumenti importanti come :

il Monumento Nazionale, un obelisco di 22 metri d’altezza, che fu costruito in memoria dei soldati olandesi deceduti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il Palazzo Reale, costruito fra il 1648 e il 1655.

Per gli amanti dello shopping, fermatevi al MAGNA PLAZA
ex ufficio postale centrale di Amsterdam, ora convertito in un centro commerciale.


QUARTIERE A LUCI ROSSE
Nel quartiere a luci rosse di Amsterdam la prostituzione è parte comune della vita quotidiana. Tutto questo emerge dalle vetrine, dai bordelli e dai numerosi sexy shop. (consigliata la visita di giorno).

Dopo aver cenato, rientraimo in hotel cariche per il prossimo giorno.

Premetto che sono stata ad Amsterdam nel mese di maggio e quindi ho potuto godere di una visita al famoso KEUKENHOF PARK!

Situato a 35 km circa da Amsterdam, è considerato il più grande parco di fiori a bulbo del mondo, nonché uno dei luoghi più fotografati in assoluto. Purtroppo è aperto solamente due mesi all’anno, dall’inizio della primavera, a circa metà maggio. Vi consiglio vivamente di andarci in questi mesi, così potete immergervi in questo parco che sembra quasi un mondo fantasioso.
Io e mia mamma abbiamo acquistato i biglietti online, pagando 30€ a testa. Questi biglietti comprendevano il trasferimento da Amsterdam con una corriera, l’entrata al parco saltando la fila ed ovviamente il ritorno ad Amsterdam. La corriera si prende all’aeroporto di Schiphol. Informatevi sui diversi siti che offrono quest’escursione, stando attenti ai diversi prezzi proposti. Noi con quest’offerta acquistata su un sito, non abbiamo avuto problemi (se non ricordo male, il sito in questione è Ticketbar).

Il parco raccoglie più di 7 milioni di fiori da bulbo. Ci sono oltre 800 varietà di tulipani, narcisi, giacinti ed altri fiori
Ora vi metto delle foto che parleranno da sé.

Dopo la visita al parco siamo tornate in centro ad Amsterdam, decidendo di fare una mini crociera sui canali. Abbiamo pagato circa 10€ di biglietto a testa, approfittando di un’offerta e siamo salite su questo battello, con un audio guida in italiano.


Il giro in battello lo consiglio in quanto ci ha permesso di scoprire ulteriori attrazioni turistiche che ancora non avevamo visto, come ad esempio la CASA MUSEO DI ANNA FRANK , ovvero quella che fu in parte l’abitazione dove rimasero nascosti per due anni la giovane ebrea tedesca e la sua famiglia, durante l’occupazione nazista.

Ci ha portato poi alla scoperta del PONTE MAGRO uno dei luoghi più romantici della città.
La leggenda che caratterizza questo ponte, narra che le coppie che si daranno un bacio sotto il Magere Brug (ponte magro), vivranno un matrimonio lungo e felice.

Ci hanno spiegato poi molti aneddoti sulle case di Amsterdam e sulle Houseboat, case galleggianti che alcuni usano come vere e proprie abitazioni, altri le trasformano in piccoli ristoranti o le affittano.

Altre curiosità su Amsterdam, riguardano le sue case super strette. In passato in città vigeva una legge di tassazione sulla larghezza della casa, quindi gli abitanti per pagare di meno, iniziarono ad edificare facciate strettissime.

Il giorno dopo ci siamo rilassate nel grandissimo parco di Museumplein per poi andare in aeroporto a prendere il nostro volo di ritorno per l’italia.

Putroppo non abbiamo fatto in tempo a visitare Zaanse Schans, una piccola comunità di 40 case situata a nord-est di Amsterdam ed i suoi famosi mulini a vento.

Consiglio, per gli amanti di birre, l’ Heineken Experience, un tour interattivo sulla produzione di questa famosa birra olandese, con degustazione finale.

Per chi vuole vivere Amsterdam diversamente, può scegliere anche l’escursione lungo la città in bici, così da provare e vivere il vero spirito olandese.

Ci sono tantissime altre escursioni e tour proposti.
Per informazioni visitate il sito: https://www.viator.com/it-IT/Amsterdam-tours/Day-Trips-and-Excursions/d525-g5

Ad Amsterdam ho alloggiato presso un carinissimo bed&breakfast Petit Paris.
-> https://www.booking.com/hotel/nl/b-amp-b-petit-paris.it.html
La posizione è eccezionale, molto comoda e pratica e la proprietaria è davvero molto gentile e disponibile. Ti porta anche piantine della città e ti consiglia cosa fare e vedere.
Dateci un’occhiata!

“Amsterdam è la città dei canali, la città delle biciclette, la città di Van Gogh, dei tulipani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *